RSS

Archivi categoria: libri regalati

Un libro ad uno sconosciuto

Sconosciuto è chi non conosciamo ma neanche ci conosce.Per farmi conoscere ho regalato un libro: La zona d’ombra, di Sonia Alfano.

Lì ci si può trovare un pezzo della mia vita ma anche i miei valori, i miei interessi, i miei affetti.

Spesso non serve parlare molto, spesso altre persone possono parlare x te.

 
 

Altri pacchetti rettangolari

Oggi è stato momento di regali anche in ufficio.

Io sono arrivata con i miei due pacchetti regalo firmati feltrinelli, entrambi rettangolari: uno però per un dvd, ‘altro con un libro.

Il libro che ho regalato a una delle mie colleghe è La signora delle camelie.

Ho perso il conto delle volte che ho letto questo libro e forse è giunto anche il momento di rileggerlo ancora.

Ho ricevuto anch’io un pacchetto rettangolare, tutto mio.

La mia collega mi ha regalato un libro di Andrea Vitali, Zia Antonia sapeva di menta.

Le recensioni sono positive.

Ecco la trama:

«Aglio, cipolle, rape, ravanelli e porri sono verdure indigeste che non diamo mai agli ospiti della casa!» Suor Speranza ne è sicura: nel minestrone che ha distribuito ai pazienti della Casa di Riposo di Bellano l’aglio non l’ha fatto mettere di sicuro. Allora come mai Ernesto Cervicati, entrando nella stanza di zia Antonia, ha sentito quell’odore, invece dell’aroma inconfondibile e fresco della menta? Ernesto conosce bene il rassicurante profumo delle mentine di cui è golosa la sua anziana parente. Certo meglio di suo fratello Antonio, che della zia non ha mai voluto saperne: gli interessava molto di più Augusta Peretti, una trentacinquenne ossigenata e vogliosa, nonché figlia di salumiere. Ernesto invece aveva accolto zia Antonia in casa sua e l’aveva accudita per tre anni, finché lei, un po’ per non gravare troppo sul nipote, un po’ per pudore, aveva deciso di trasferirsi all’ospizio. Quel sorprendente odore d’aglio è un piccolo enigma. Forse è l’indizio di qualcosa di più grave. A indagare, oltre a Ernesto e all’energica suor Speranza, si ritrova anche il dottor Fastelli, medico dal carattere gioviale ma di grande sensibilità. Intorno a questo profumato mistero, Andrea Vitali costruisce un romanzo carico di tenerezza, una di quelle storie che, come zia Antonia, ti accarezzano in un fresco abbraccio. Per poi regalarti, alla fine, una sorpresa.

 

 

 
Lascia un commento

Pubblicato da su dicembre 29, 2011 in libri regalati

 

Tag:

Pacchetti rettangolari

E Natale è arrivato.

Già.

Non amo molto le feste e quelle di fine anno più di tutte le altre. Sono tante e sembrano non finire mai.

Quest’anno non ho sentito l’aria del Natale, ancora meno degli altri anni, il che non è proprio un male.

Ho fatto pochi regali e quelli che ho fatto per la maggior parte sono libri.

Quest’anno è stata anche una vigilia di Natale diversa dagli altri anni.

Quest’anno ho trascorso la vigilia in chiesa, a una veglia natalizia. La cosa non mi è dispiaciuta, forse data anche dalla compagnia di alcuni amici.
Siamo arrivati in chiesa abbastanza presto, dopo aver fatto una cena fugace. La chiesa era già abbastanza piena alle 22. Dopo un’ora è iniziata la funzione e siamo usciti dopo 1 ora e mezzo.

Dopo la messa si è messo a diluviare. Goccioloni dopo goccioloni.

Ci siamo visti in 4 a casa di un’amica e lì la festa dei regali.

A loro tre, due ragazze e un ragazzo, ho regalato dei libri [ovvio!]

A Danilo, che mi ha fatto scoprire Lie to me ho regalato il libro Giù la maschera, il libro che ha dato spunto alla serie.

A Giulia che aveva più volte esternato la voglia di leggere qualcosa in inglese ho regalato The Gift di Cecilie Ahern

A Samanta ho regalato Lo zen e l’arte della manutenzione della motocicletta. Chissà che non l’aiuti nel percorrere al meglio le sue giornate senza bisogno di manutenzione.

E domani è il mio momento! Qualche ora di sonno e si va da mamma e papà dove mi aspetta il pacchetto di pixmania contenente il mio ebook reader bianco come la neve.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su dicembre 25, 2011 in …tra pagine, emozioni e vita, libri regalati